Immagine non trovata

"San Liberatu nostru deliberece tu.."
Quest'anno la solita invocazione è più forte!

L'Amministrazione aveva in programma un rilancio della festa patronale, purtroppo il Covid non lo permetterà. Sono molte le cose a cui si è rinunciato in questo lungo periodo di quarantena, i divieti ma soprattutto la reale situazione impongono attenzione. Il nostro Parroco, nel rispetto della normativa, ha deciso di rimandare a Domenica 24 maggio le funzioni religiose in onore del Santo Patrono.
La situazione è e rimane di grande allerta, non dobbiamo necessariamente trasgredire le regole per sentirci comunità, bandiere alle finestre e soprattutto misericordia verso il prossimo esprimono perfettamente il senso di rispetto.

Quest'anno forse sarà un giorno normale è vero, ma sarà comunque un giorno di riflessione. La Comunità vive di tradizioni e di gesti, le tradizioni torneremo a celebrarle ma i gesti visti in questi tre mesi rimangono indelebili.
Spontaneamente ci sono state donazioni di confraternite e cittadini
Spontaneamente teatro Manlio, Gruppo Teatrale e Compagnia Oscena sono entrati nelle nostre case (virtualmente) con musica e teatro.
Spontaneamente Guido ci ha raccontato le nostre origini e le nostre tradizioni con edizioni straordinarie di Incontri. 
Spontaneamente c'è chi ha mantenuto le tradizioni con canti popolari e Inno nazionale. 
Da corollario a tutto questo Comune, Caritas e Protezione Civile hanno assistito la popolazione e sostenuto molte famiglie in difficoltà. 

Domani sarà un giorno normale ma non nello spirito. Nello spirito ricordiamoci anche i sentimenti di smarrimento che ci hanno accompagnati in questi mesi, santificando la nostra vita l'un l'altro accompagnandoci nel percorso.

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 14 Maggio 2020